questo pezzo non si intitola immigrant song

C’è una canzone dei Led Zeppelin che si chiama Immigrant Song, ma mi pareva un titolo scontato..
Stanotte alle 3 mi ha svegliato un rumore in camera. Era il Subcomandante, si stava vestendo al buio, e imprecava per essersi messa il maglione a rovescio.

– Sono le tre, dove vai?
– In questura.
– Dal questore? A quest’ora?

No, non è vero, volevo citare Totò. In realtà mi ha detto:

-In posta.
– A far che in posta?
– Devo fare il nullosta.
– Cosa stai farneticando?
– Devo regolarizzare la mia posizione di lavoro per ottenere il permesso di soggiorno.
– Tu non devi fare il permesso di soggiorno, torna a letto!
– Sono centroamericana, sono irregolare, ho bisogno del permesso di soggiorno per non essere rispedita in Costarica, devo andare a mettermi in coda.

Ma checcazzo ha mangiato ieri sera? Non posso mettermi a discutere di permessi di soggiorno con una squilibrata alle tre del mattino, mi conviene assecondarla e cercare di concludere prima possibile, poi domani mattina chiamerò il centro igiene mentale.

– Ochei, sei centroamericana, ma il permesso di soggiorno puoi rinnovarlo anche domani pomeriggio, gli uffici stanno aperti fino a sera.
– Sei fuori?!?

Io, già.

– Lo sai quanti permessi rilasciano? Centosettantamila! E le richieste sono almeno dieci volte tante! Se non riesco ad accaparrarmene uno dovrò tornare in Costarica ad allevare toporagni!
– Mi hai detto che avevi un bar.
– Era solo una copertura, i bar non rendono un cazzo, il vero lucro è l’allevamento intensivo di toporagni.
– Va bene, lasciamo perdere il Costarica.. Tu hai un lavoro e una casa, non sei irregolare, perché dovresti avere problemi a rinnovare il permesso?
– Ma credi davvero che quelli in coda da sabato, dico DA SABATO, non ce l’abbiano una casa, un lavoro? E’ gente che sta qui da anni, vuole regolarizzare la propria posizione al lavoro, ma grazie alla nuova legge Bibì e Bibò sull’immigrazione, di fronte a mezzo milione di domande ci sono a disposizione centosettantamila permessi, e chi se li prende secondo te? Chi arriva prima. Gli altri restano irregolari, e un irregolare viene riaccompagnato alla frontiera e caricato su un aereo. Anche se ha un lavoro.
– In nero.
– E come cazzo fa a mettersi in regola se gli fai fare tre giorni di coda e poi gli dici che non ci sono più permessi disponibili? Vogliamo fare qualcosa o preferiamo tornarcene a letto perché tanto non ci riguarda? E magari ci incazziamo se andiamo in posta a pagare la bolletta di internet e troviamo seicento persone davanti! Andate tutti a fare in culo, io vado a mettermi in coda!

Si profila all’orizzonte un’altra battaglia del Subcomandante. Ma perché non le fa di pomeriggio, mi domando?

Annunci

Informazioni su grugef

probably the worst novelist in the world, supposing Federico Moccia was an alien. Vedi tutti gli articoli di grugef

E dimmelo dai, lo so che ci tieni!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: