mi ha detto mio cuggino che da bambino una volta è morto

Stamattina non riesco a dormire. Ho provato a girarmi dall’altra parte, ma non c’è stato verso, in parte perché i gatti appena si accorgono che sono sveglio mi si fanno addosso come alligatori, e cercano di farmi alzare con ogni mezzo.
Avevo comunque la sveglia molto presto, devo andare alle Cappe a mettere su delle luci, e chi mi dà una mano è un vampiro che può uscire solo prima dell’alba. Il fatto di avere una scusa non motiva comunque la mia insonnia, segno che c’è qualcosa che mi disturba. Ochei, le responsabilità di rilevare un’attività sono un buon contributo, il pensiero di doversi accollare un altro lavoro mette certo un po’ d’ansia, e anche il dover rinnovare l’assicurazione della macchina al più presto non mi fa sentire così comodo il materasso. Ma c’è una cosa che mi turba più di tutto, è una notizia che ho letto e che ha scatenato nella mia testa già rumorosa una ridda di interrogativi:
la decisione della Chiesa di abolire il Limbo. Si, è stata rifiutata, ma il discorso resta comunque aperto, e anch’io sento di dover dire la mia, se non altro per evitare domani di andare al lavoro con le occhiaie.

Già che si possa decidere di abolire un luogo, astratto quanto vuoi, mi dà da pensare. E’ come se si decidesse di cancellare con una penna uno stato, un territorio abitato da persone, come se un giorno arrivasse qualcuno e mi dicesse che il paese dove abito è diventato proprietà di qualcun altro, e me ne devo andare. E’ la mia terra, ci sono nato, chi sei tu per dirmi che devo fare su armi e bagagli? Ovvio che poi i nuovi inquilini mi staranno poco simpatici, e se ne becco uno gli faccio lo scalpo, o in casi estremi mi faccio esplodere sui loro autobus.

Ma non è una questione che si limita ai luoghi reali, perché l’abolizione del Limbo, in quanto condizione dell’anima, non risolve il problema, ma lo trasferisce nella geografia dell’immaginario. Se il Limbo è un luogo astratto e può essere cancellato allora la stessa sorte può toccare a qualunque altro luogo che possieda le medesime caratteristiche.
Leggo sul sito dell’Ansa che nella foresta di Darkwood sono scesi in sciopero gli indiani, capeggiati da Zagor. Il timore che a causa di un calo di vendite possa verificarsi una rimozione coatta dei personaggi ha scatenato voci incontrollate, qualcuno sostiene che al posto della palude sorgerà un McDonalds.

La Chiesa, di par suo, non ha voluto prendere una posizione netta sull’argomento, ed è chiaro che il motivo è una scarsa documentazione a riguardo. Tutte le informazioni in possesso al Santo Uffizio sono notizie di seconda o terza mano, si dice che, qualcuno conosce uno che c’è stato, cose così. Esploratori pontifici inviati a raccogliere prove dell’esistenza del Limbo non hanno più fatto ritorno, e i tentativi sono stati sospesi.
Qualche obiezione sui metodi si è sollevata, non si può mandare un adulto a visitare il luogo dove vanno le anime dei bambini, bisognerebbe mandarci dei bambini.
Subito il netto rifiuto, i bambini servono per altre esplorazioni ben più concrete, guai a chi ce li tocca.

Altre voci indignate per la proposta di abolizione del Limbo arrivano dalla Giamaica, dove il Sindacato Ballerini ha diramato un comunicato:
“Il limbo da noi attira centinaia di turisti, e fornisce un contributo fondamentale per l’economia del Paese. Se ci togliete il Limbo cosa balleremo, il tip tap?”

Annunci

Informazioni su grugef

probably the worst novelist in the world, supposing Federico Moccia was an alien. Vedi tutti gli articoli di grugef

E dimmelo dai, lo so che ci tieni!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: