una promessa è una promessa

Lo sapevo, ne ero certo, succede tutti gli anni, a Natale c’è sempre qualche grande vecchio che tira le cuoia. Mi viene il sospetto che ormai la stampa ci marci e renda pubblica il giorno di Natale la morte di qualche personaggio famoso deceduto un paio di giorni prima. O forse li tiene vivi fino all’ultimo, attaccati a un respiratore, solo per lasciarli morire nel momento che fa più effetto.
Stavolta è toccato a James Brown, e scrivo per saldare una promessa fatta tanti anni fa.

Monica, sei una stronza. Perché lo sapevo, l’ho sempre saputo che sarebbe finita così, sono dieci anni che vivo con questa consapevolezza, e oggi finalmente posso rinfacciartelo.
Era l’agosto 1996, io e te eravamo fidanzati, e avevamo organizzato la nostra prima vacanza insieme nel sud della Spagna, in un paesino vicino Estepona, in Andalusia.
Ti ricordi? Quel giorno davanti alla Plaza De Toros, di ritorno dalla spesa, vedemmo i manifesti del concerto di James Brown: avrebbe suonato proprio lì, dopo alcuni giorni, avevamo la possibilità di vedere di persona una delle più grandi icone della storia, io ululavo dalla gioia. Che vacanza sarebbe stata, in giro con la mia ragazza, in un posto pieno di sole, a vedere un concerto che avrei ricordato per sempre!
Io poi James Brown l’ho sempre visto come uno di famiglia, mia nonna materna, una donna molto energica, era nata a Catania, e aveva consevato i lineamenti di una donna del sud, forte, scura di pelle. Quando la feci diventare mia nonna non era vecchia, ma l’età aveva scavato alcune rughe sul suo volto, donandole una straordinaria somiglianza col cantante R&B. Ancora oggi quando guardo una foto di uno dei due mi viene in mente l’altra, è inevitabile. E già allora tenevo particolarmente ad assistere al concerto, perché era un po’ come andare a vedere mia nonna su un palco che faceva uno dei suoi soliti show. Magari alla fine mi avrebbe anche regalato diecimila lire, chissà..
Ma tu non volesti venirci, dicevi che non ti piaceva, e di lasciarmici andare da solo non se ne parlava neanche, “che senso ha fare le vacanze insieme se poi te ne vai a un concerto da solo?”, mi rimproverasti.
E il concerto passò, ripassammo davanti ai cancelli poche ore prima dell’apertura, io avevo il muso lungo da cocker, tu cercasti di consolarmi dicendomi “Dai, andremo a vederlo quando verrà in Italia”.
E non ci sono più andato a vederlo! Anche quand’è venuto a Genova, qualche anno fa, e io non c’ero! La mia occasione l’avevo avuta dieci anni fa a Estepona, e me la sono lasciata scappare per non litigare con te! E poi abbiamo litigato lo stesso, litigavamo continuamente, meno male che ci siamo lasciati, o prima o poi uno dei due avrebbe ucciso l’altro.crocodile
Oggi James Brown è morto, senza che io abbia mai assistito a un suo concerto. E’ morto il giorno di Natale, per ricordarmi, sebbene neanche mi conoscesse, che dobbiamo essere più buoni, e redimerci dei nostri peccati. Sono certo che tu lo farai, ripenserai a quel giorno in cui non mi hai lasciato andare a vedere James Brown, e dentro di te mi chiederai scusa; e voglio farlo anch’io, perché ho anch’io qualcosa per cui chiedere perdono.
Ti ricordi qualche giorno dopo il concerto, a Gibilterra, quando avevi chiesto a quella punk inglese di applicarti un dreadlock nei capelli, e io mi ero ricordato di averla vista mentre entrava al concerto, e le avevo chiesto com’era stato? Tu non parlavi inglese, aspettavi paziente che finisse, e io la ascoltavo raccontare quello che era stato uno dei più bei concerti della sua vita. Mi chiese perché me l’ero lasciato scappare, e glielo spiegai, le dissi che tu non avevi voluto che ci andassi. Ricordi che ti tirò i capelli e ti fece male? Fui io a chiederglielo.
Buon Natale,

Pablo.

Annunci

Informazioni su grugef

probably the worst novelist in the world, supposing Federico Moccia was an alien. Vedi tutti gli articoli di grugef

E dimmelo dai, lo so che ci tieni!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: