tutto è relativo

Oggi ho capito che la verità non esiste, come la bellezza sta tutta nell’occhio di chi guarda.
Berlusconi era atteso a Genova, verso l’ora di pranzo, proprio mentre me ne stavo tornando a casa a mangiare, e il giornalista del GR regionale raccontava di quel che stava succedendo in piazza.

C’era pieno di militanti agitati che lo aspettavano per sostenerlo, sotto lo sguardo vigile della polizia, che già che c’era sequestrava treppiedi di macchine fotografiche in via preventiva. La folla rumoreggiava, spingeva, e le forze dell’ordine sono state costrette a premere affinché i marciapiedi restassero liberi. Un militante forzitaliota con un grosso porro sulla fronte, stanco di essere spintonato, ha perso il controllo e ha preso a male parole gli agenti, gridando “Comunisti! Comunisti!”.

E qui non ci ho capito più niente. Ma come sarebbe “comunisti”? Ma cos’è, il gioco dell’incontrario? Fino a ieri erano i radicali, quelli della sinistra che sta a sinistra della sinistra che sta al centro, a chiamare i poliziotti fascisti, e dai e dai prima o poi è capitata anche la volta che hanno avuto ragione, ma adesso che viene fuori che i poliziotti sono comunisti cosa facciamo? Rimettiamo in discussione tutto quanto?

No, no, questa confusione finirà per danneggiare gli uni e gli altri, un militante di qualsivoglia schieramento politico deve avere la possibilità di sapere se l’agente che lo sta investendo coll’idrante è un suo avversario o un compagno.
La soluzione c’è, bisogna che si dotino gli agenti di un apposito test di militanza: prima di colpire col manganello il manifestante con la kefia, il poliziotto fa la pipì su una specie di termometro; se si accende la luce rossa vuol dire che è comunista, e il drogato del centro sociale, rassicurato, poserà immediatamente il sampietrino e si farà fracassare le vertebre. Se la luce è azzurra, o verde, o resta spenta, si tratta del classico poliziotto squadrista, da cui difendersi a colpi di estintore cantando “non ne possiamo piuu delle divise bluu”.

Annunci

Informazioni su grugef

probably the worst novelist in the world, supposing Federico Moccia was an alien. Vedi tutti gli articoli di grugef

7 responses to “tutto è relativo

  • Secchin

    Nonostante tutto ho fiducia nelle nostre forze dell’ordine (meno i vigili..). Quando vedo una pattuglia di carabinieri od altro, sono contento. Mi auguro non abbiano un colore, sarebbe proprio uno schifo, indipendentemente da quale è il colore.
    Forte il test, però sai che spussa di piscio x le strade..

  • hardla

    secchin, in che mondo vivi?

  • Secchin

    Ma dai, quella volta che hanno fermato me e Panchin travestiti da pagliacci ci hanno persino lasciato andare.. Come fanno a non essermi simpatici.

    Tu lo faresti il carabiniere? O entreresti nell’esercito? Io manco morto.
    Sono o no necessari?
    Che poi ci siano tanti raccomandati e nullafacenti non lo metto in dubbio. Ma ripeto, quando vedo dei poliziotti allo stadio, ad una manifestazione di destra o di sinistra, o semplicemente per le strade ecc. sono ben contento che ci siano e che qualcuno faccia quel mestiere.
    Sarà che sono un vigliacco e un pavido. Rispetto solo chi in certe situazioni per mestiere deve sporcarsi le mani (al posto mio, seppur pagato).

  • hardla

    intendevo dire che non puoi non sapere che il colore ce l’hanno eccome. ed è spesso tendente al nero, sulle sfumature anni ’20-’40. poi ovvio che ci sarà anche chi non la pensa così, ma guarda che la stragrande maggioranza delle forze dell’ordine è almeno di centrodestra, e spesso di più.
    e non è un luogo comune, chiedi a chi conosce poliziotti etc…

  • Secchin

    Ah ok, per il colore. Perchè anche sul senso del dovere capivo che potevano esserci un po’ di dubbi ;-)

    Sai che sono un ingenuone :-)
    E’ un po’ come la Coop. Ci vado molto spesso e la trovo una cosa utile. SPERO che sia davvero me, come dice lo slogan (al di là del possibile risparmio). Però lo so che ha un colore tendente piuttosto sul rossiccio, e che quindi è “più di qualcuno”.

  • FrySimpson

    Che nelle forze dell’ordine ci siano un sacco di stronzi lo so anche per esperienze personali che preferisco non rivelare al folto pubblico.

    Però, nonostante tutto, sono anch’io dell’idea di Secchin.

    Le forze dell’ordine sono necessarie, e mi sento più tranquillo quando li vedo in giro.

    Vorrei che fossero più degne del mio rispetto, ma mi rifiuto di disprezzarle a prescindere.

    Ai tempi della rivolta studentesca Pasolini scrise un bello e famoso articolo in difesa dei carabinieri…

  • anonimo

    chi non ha idee politiche o piu’ semplicemente sulla societa’ scagli la prima pietra. che poi tutti i caramba/poliziotti siano fasci e’ solo una stronzata.

E dimmelo dai, lo so che ci tieni!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: