lo dico non lo dico

Ci ho messo un po’, perché non trovavo mai la forma, che mi sarebbe piaciuto scriverci un bel post sul fatto che i figli è facile averli, ma devi anche saperti trasformare in genitore, e questo facile lo è già molto meno. Avevo in testa di spiegare come io appartenga molto a quella categoria di cui sopra, di quelli che faticano a fare gli adulti, e tirare su una persona, qualcuno che vede in te il suo esempio da seguire, non uno che ti vede ogni tanto e per il resto va per conto proprio, è una roba che mi stimola fino a quando comincio a pensare che manca qualcosa anche a me per potermi definire adulto e responsabile. E senza queste due caratteristiche è da pazzi mettersi a spiegare a un bambino come si fa a diventare grandi.

Vedi? Ho fatto un casino, è per questo che ho aspettato finora a scrivere quello che volevo scrivere, perché proprio non sapevo come scriverlo, e allora sai cosa faccio? Lo scrivo e basta.

Sono diventato zio di Alessandro, un nano che oggi compie la sua prima settimana, e senza quel carico di responsabilità che la prole si porta sempre appresso, mi viene da pensare che questo bambino qui me lo godrò parecchio.

Annunci

Informazioni su grugef

probably the worst novelist in the world, supposing Federico Moccia was an alien. Vedi tutti gli articoli di grugef

6 responses to “lo dico non lo dico

E dimmelo dai, lo so che ci tieni!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: