5 novembre 1997

old baileySalve cara signora, bella serata, vero? Mi perdoni l'impertinenza, forse intendeva fare due passi, oppure si stava godendo il panorama. In ogni caso mi sembrava ora che lei e io scambiassimo due parole.

Ah dimenticavo.. non ci siamo presentati. Non ho un nome, può chiamarmi V.

Signora Giustizia.. V.
V.. La Signora Giustizia.
Salve Signora Giustizia.
"Buonasera, V."

Ecco, ora ci conosciamo. Per la verità l'ho ammirata a lungo. Oh, lo so cosa starà pensando.. "Questo povero ragazzo si è preso una cotta da adolescente per me." Mi scusi signora, ma le cose stanno diversamente.
Si, l'ho ammirata a lungo, anche se solo da lontano.. Quand'ero bambino la guardavo dalla strada di sotto.
"Chi è quella signora?", dicevo a mio padre. E lui: "E' la Signora Giustizia". E io: "Com'è bella!"

La prego, non creda che sia solo un fatto fisico, lo so che lei non è quel tipo di ragazza. No, l'amavo come persona, come ideale.

Ne è passato di tempo, e purtroppo ora ce n'è un'altra.
"Cosa? Vergogna V, mi hai tradito per una sgualdrinella, una gattina vanitosa con le labbra dipinte e un sorriso sfacciato!"

Io, signora? Mi consenta di contraddirla, è stata la sua infedeltà a gettarmi fra le sue braccia!
Sorpresa, eh? Credeva che non sapessi della sua tresca, vero? E invece lo so, so tutto.
Francamente quando l'ho scoperto non mi ha sorpreso, lei ha sempre avuto un debole per le uniformi.

"Uniformi? Non so di cosa stai parlando! Per me sei sempre stato il solo, V.."

Bugiarda! Puttana! Osi negare di esserti data a lui, coi suoi gagliardetti e i suoi stivali?
Che c'è, non parli? Lo sapevo..

Bene, ora sei finalmente smascherata. Non sei più la mia giustizia, sei la sua giustizia. Hai cambiato amante. Ma sappi che anch'io ho fatto lo stesso.

"Sob! Sniff! Chi.. chi è, V? Come si chiama?"

Si chiama Anarchia, e come amante mi ha insegnato ben più di te! Lei mi ha insegnato che la giustizia non ha senso senza la libertà. Lei è onesta. Non promette e non delude.. A differenza di te, fedifraga! Un tempo mi domandavo perché non mi guardassi mai negli occhi. Adesso lo so.

E dunque addio, cara signora. Ancor oggi il nostro commiato mi peserebbe, se tu fossi ancora la donna che amavo.

farewell

Annunci

Informazioni su grugef

probably the worst novelist in the world, supposing Federico Moccia was an alien. Vedi tutti gli articoli di grugef

2 responses to “5 novembre 1997

E dimmelo dai, lo so che ci tieni!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: